2 marzo 1945, Gli aneddoti, Il rifugio antiaereo del Cidneo, La galleria Tito Speri, Per non dimenticare

Mortale corsa verso la salvezza

Leggendo il libro dello storico Lodovico Galli “Incursioni aeree su Brescia e provincia 1944-1945” (pagina 41) non ho potuto fare a meno di notare un episodio che mi ha particolarmente commosso. Il 2 marzo del 1945 Brescia viene sottoposta ad una cruenta incursione aerea che anche questa volta non risparmia la popolazione civile. Nel disperato tentativo di salvarsi, una cittadina percorre via Mazzini con il suo bambino tra le braccia per raggiungere il rifugio antiaereo sotto il castello. Sfortunatamente la donna viene spinta da altre persone e perde il neonato che stringeva a sé. La folla presa dal panico lo calpesta, causandone la morte. Questa dolorosa vicenda riporta alla mente altri terribili episodi avvenuti in Italia e all’estero in cui chi correva verso i rifugi antiaerei o vi stazionava ha perso la vita nel tentativo di ripararsi dalle bombe.

Le rovine della chiesa di Santa Maria dei Miracoli dopo l'attacco aereo del 2 marzo 1945. (Per gentile concessione della dott.ssa Carlotta Coccoli. Facebook: Monuments Men in Italy)

Le rovine della chiesa di Santa Maria dei Miracoli dopo l’attacco aereo del 2 marzo 1945. (Per gentile concessione della dott.ssa Carlotta Coccoli. Facebook: Monuments Men in Italy)

La stampa ricorda l'attacco del 13 luglio 1944: sullo sfondo si può notare il tratto di via Mazzini che conduce all'ingresso del rifugio antiaereo costruito sotto il castello

La stampa ricorda l’attacco del 13 luglio 1944: sullo sfondo si può notare il tratto di via Mazzini che conduce all’ingresso del rifugio antiaereo costruito sotto il castello

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...