2 marzo 1945, La stampa parla dei bombardamenti, La testimonianza, Per non dimenticare

2 marzo 1945: il viaggio di Lodovico Galli tra le rovine di Brescia

Lo storico bresciano Lodovico Galli scrive una lettera al direttore del Giornale di Brescia in cui racconta la drammatica esperienza vissuta il 2 marzo 1945. Quel giorno, la città di Brescia viene sottoposta ad una violenta incursione aerea diurna. Continua a leggere

Standard
La stampa parla dei bombardamenti, Tracce della guerra

Eredità di guerra: le bombe custodite dalle viscere di Brescia

Sono trascorsi settant’anni dalla fine della seconda guerra mondiale, ma le viscere di Brescia hanno ancora qualcosa da raccontare. E da restituire. Risale infatti ai primi di giugno il ritrovamento, nel cantiere per la costruzione della linea ad alta velocità Milano-Venezia situato nei pressi di via Vergnano, di un ordigno (probabilmente di fabbricazione inglese) sganciato durante le incursioni aeree subite dalla città tra il 1944 e il 1945. Non è la prima volta che vengono trovati ordigni bellici in città, specialmente in occasione di scavi presso cantieri.

Approfondimento: il servizio di Teletutto

Standard
F.A.Q., La stampa parla dei bombardamenti, La testimonianza

“Pippo” e l’operazione “Night intruder”

<<C’è Pippo, spegni la luce!>> “Pippo”… quanto mistero attorno a questo pericolo notturno che provocava così tanta apprensione nella popolazione del nord Italia. Dal 1943, oltre all’inasprirsi delle incursioni aeree, gli italiani dovettero fare i conti con una minaccia che appariva all’improvviso, quando le tenebre avvolgevano tutto e tutti. Continua a leggere

Standard
La stampa parla dei bombardamenti, Per non dimenticare

Non tutti gli ordigni fecero centro

Negli anni ’90, il ritrovamento di un ordigno bellico riporta a galla un pezzo della nostra storia. Contiene una breve intervista allo storico bresciano Lodovico Galli.

Il ritrovamento di un ordigno bellico del 1945 collega il presente al passato.

Il ritrovamento di un ordigno bellico nel 1999

Standard